L’ENI, Umberto Veronesi, l’Expo e l’Africa

Eccoli qui i partners della Fondazione Umberto Veronesi per il progresso delle scienze: c’e’ pure l’ENI. Come dire, prima immetto in aria roba che fa venire il cancro e poi do i soldi alla fondazione Umberto Veronesi per ripulirmi la coscienza.
Come Veronesi non si vergogni e’ un mistero. O forse pensava che non se ne sarebbe accorto nessuno?
Non capisco.
expo 7
Passiamo all’Expo, dove l’ENI e’ Official Partner. Dicono di se stessi di essere “la compagnia energetica internazionale leader in Africa per produzione di idrocarburi. Presente nel continente da oltre sessant’anni, collabora con i Paesi Africani perpromuoverne lo sviluppo socio-economico sostenendo, in particolare, progetti per l’accesso all’energia, prerequisito fondamentale per una crescita sostenibile.”

Promuoverne lo svilippo socio economico? Ma quando mai. Hanno distrutto la Nigeria a colpi di mazzette e di inquinamento ed ora vengono qui a fare i santi all’Expo e a parlare di sostenibilita’?
Dicono che nel Congo hanno ridotto il gas flaring – beh vuol dire che lo fanno ancora! Dicono che invece di bruciarlo in aria, adesso lo hanno messo in rete per i residenti del Congo – ma non dicono che arrivano a questo solo dopo anni ed anni di pressione internazionale e che queste sono prassi che solo in Africa possiamo aspettare il 2015 per farle.
Le promesse dell’ENI in Congo
In Congo elimineranno i gas serra….
…qui invece il gas flaring Agip in Nigeria da 40 anni
Tratto da: morasta.it

0 commenti:

Posta un commento

Per approfondimenti...