Nazippiddini, Paccoquotidiano e Ucraina

Alessandro Lattanzio, 17/4/2015
Mentre in Ucraina il governo golpista fa assassinare decine di oppositori e si prepara ad aggredire la Novorossija, ancora una volta, il partito della CIA, il Partito Democratico, e il suo braccio partigianesco di Gladio, l’ANPI, accolgono a braccia aperte uno dei massimi responsabili degli attuali crimini ed assassini politici in Ucraina.
Il nazista Avakov ospite del PD e dell'ANPI, enti nazikollabos agli ordini di CIA e Mossad
 Il nazista Avakov ospite del PD e dell’ANPI, enti nazikollabos agli ordini di CIA e Mossad


Mentre il Ministro della Difesa greco Panos Kammenos, esponente di destra, definisce fascista il governo ucraino,dicendo che “La popolazione greca in Crimea è stata molestata dal governo fascista ucraino, la protezione alle famiglie greche è stata data dalla presenza delle forze russe. Ieri ho discusso la questione con il patriarca Kirill: condividiamo la Chiesa, crediamo negli stessi valori ed era impossibile non difendere i Greci dal governo fascista ucraino“, il ministro degli Interni Angelino Alfano s’incontrava con il ministro golpista degli Interni ucraino Arsen Avakov. Un criminale che guida la persecuzione e l’omicidio degli oppositori al governo nazigolpista di Gladio, nonché presiedere l’aggressione alla popolazione novorussa. Il “ministro” ucraino e quello italiano hanno deciso di collaborare per riformare le strutture territoriali e creare prefetture in Ucraina. Il nazigolpista Arsen Avakov, nel 2012, fu arrestato a Frosinone su mandato di cattura dell’Interpol per abuso d’ufficio e appropriazione indebita quando era governatore della regione di Kharkov, in Ucraina. Avakov era un tirapiedi della corrotta prima ministra Julija Timoshenko. Matteo cazzulani ne Ukraine1 protesta6La Corte d’appello di Roma respinse l’estradizione di Avakov denunciando “il rischio di atti discriminatori per motivi politici”. A su difesa si era mosso l’apparato di propaganda e disinformazione del Partito Democratico, soprattutto nella figura del sicario nazi-atlantista Matteo Cazzulani, agente d’influenza degli statunitensi e convinto sostenitore della repressione e dello sterminio della popolazione novorussa. Avakov fu eletto nel parlamento ucraino per garantirgli l’immunità e una volta nominato ministro degli Interni, ha proceduto ad integrare i paramilitari neonazisti di piazza Maidan nelle forze di sicurezza, dopo aver dissolto il corpo specialeBerkut. Tutto ciò non scandalizza il PD, summa di ogni putrefazione: morale, ideologica, culturale, politica, umana, sempre pronto a menare il ditino su democrazia, diritti umani, lotta all’illegalità e altra merda. Ne è emblematico il succitato nazipiddino Matteo Cazzulani, che vive a Filadelfia, negli USA, e che si spaccia per analista di questioni energetiche ed internazionale del fantomatico centro di studi globali “Strategia XXI”, di cui non si trova traccia se non nel suo blog di propaganda neobanderista; e che collabora con il settimanale neo-banderista ucraino “Dzerkalo Tyzhnya” (Specchio settimanale), un foglio di disinformazione e propaganda russofoba finanziato da “anonime” ONG tedesche e statunitensi (Interternational Charity Promotion Foundation con conti bancari a New York e Francoforte) e che sostiene l’assassinio degli oppositori al golpe di Gladio, oltre alla guerra di sterminio contro la Novorossija.
I nazipiddini Gianni Pittelli e Matteo Cazzulani con Tatjana Chornovol, giornalista banderista legata al nazibattaglione Azov.
 I nazipiddini Gianni Pittelli e Matteo Cazzulani con Tatjana Chornovol, giornalista banderista legata al nazibattaglione Azov.
Il nazipiddino Matteo Cazzulani e il banderista russofobo (http://www.romagnanoi.it/news/rimini/1214221/Urla-al-convegno---Siete.html) Massimiliano di Pasquale. mentre disquisiscono di Ucraina.
 Il nazipiddino Matteo Cazzulani e il neo-italo-banderista russofobo Massimiliano Di Pasquale. mentre disquisiscono di Ucraina.

Il 'saggista' Di Pasquale, o meglio, agiografo del nazismo banderista galiziano, dedica un suo libretto a un giovane fan della democrazia ucraina.
 Il ‘saggista’ Di Pasquale, o meglio, agiografo del nazismo banderista galiziano, dedica un suo libretto a un giovane fan della democrazia ucraina.

Francesco Saverio Fontana, il neonazista che ha partecipato ai massacri di Odessa e nel Donbas, nei ranghi del battaglione neonazista Azov.
 Francesco Saverio Fontana, il neonazista che ha partecipato ai massacri di Odessa e nel Donbas, nei ranghi del battaglione neonazista Azov, era a pochi metri di distanza da Di Pasquale, e a poche ‘idee’ di distanza da Cazzulani.

Francesco Saverio Fontana, Stan per gli amici Voerzio e Biloslavo, in vacanza a Londra.
 Francesco Saverio Fontana, Stan per gli amici Voerzio e Biloslavo, in vacanza a Londra.

I nazisti di Kiev e ilpaccoquotidiano
Roberta Zunini, reporter de Ilfattoquotidiano, entusiata sostenitcie del golpe di Gladio a Kiev e della guerra contro la Noovrossija. Qui fotografata con un suo fidanzatino di Pravij Sektor.
 Roberta Zunini, reporter de Ilfattoquotidiano, entusiata sostenitrice del golpe di Gladio a Kiev e della guerra contro la Novorossija. Qui fotografata con un suo fidanzatino di Pravij Sektor.

A Kiev, il ministro dell’Economia Ivaras Abromavicius (“di origine lituana e naturalizzato a dicembre 2014″) confermava che: “Il governo ucraino ha scelto la banca Lazard come consulente per ristrutturare il proprio debito, attualmente scambiato a 50 centesimi per 1 dollaro” (TASS). Ora, perché il Fatto quotidiano sostiene entusiasticamente il golpe di Gladio a Kiev? Un nome, Guido Roberto Vitale, costui è tra gli azionisti diChiareLettere e deilfattoquotidiano, ma nel 1997-2001 è stato presidente della banca Lazard per l’Italia. 2+2=5 no?
Guido Roberto Vitale si prepara per l'Ucraina
 Guido Roberto Vitale si prepara per l’Ucraina

1907439logogladio
Tratto da: morasta.it

0 commenti:

Posta un commento

Per approfondimenti...