L'agghiacciante verità di Udo Ulfkotte

Il giornalista tedesco attacca con violenza la corruzione e la società Americana.

La CIA corrompe giornalisti europei per scrivere a favore degli Stati Uniti d'America. Questa è la terrificante verità rivelata da Udo Ulfkotte, un giornalista tedesco che ha collaborato con importantissime testate. Per diversi anni è stato editore presso la Frankfurter Allgemeine Zeitung e corrispondente di guerra. Per diversi anni ha mentito al suo Paese, all'Europa e al mondo intero. Ha deciso di rompere il silenzio, di raccontare a tutti come stanno le cose e ha deciso di farlo tramite "Giornalisti comprati", bestseller che sta spopolando. Udo Ulfkotte confessa di essere stato per 17 anni nient'altro che una marionetta nelle mani degli USA, di essere stato manipolato dalla CIA. Racconta di aver ottenuto servigi su servigi, piaceri, abbondanti ricompense e premi per aver deciso di scrivere a favore degli Stati Uniti (per esempio è stato nominato da David Walters cittadino onorario dell'Oklohoma). Sono 321 i nomi di Tedeschi che portano avanti una propaganda filostatunitense. Ovviamente anche giornalisti di altri Paesi Europei sono coinvolti in questo scandalo, soprattutto inglesi e italiani. Ulfkotte paragona il sistema, marcio e corrotto, a una tela di ragno: la mano statunitense afferra non solo singole persone ma intere società. Mette in tavola cifre: un giornalista italiano può ricevere anche 20000 dollari per schierarsi dalla loro parte. Udo spesso si limitava a firmare articoli già preparati: era diventato servo del grande "mostro" americano. Se avesse scritto a favore della Cina, della Russia o di qualunque altra nazione nemica del suo padrone, sarebbe stato tagliato fuori dal mondo giornalistico. A sua detta, malato e forse prossimo alla morte, ha deciso di svelare quegli intrighi e quegli accordi invisibili ma esistenti su cui si basa la società.


Gli Stati Uniti, facendo leva sulla propaganda e sui mass media, si definiscono portatori di pace e di equilibrio, essendo, in realtà, i più grandi nemici della democrazia e della libertà. Spinti da interessi puramente economici e assetati di potere, muovono le redini dello scenario mondiale. Dietro ai più grandi e noti avvenimenti che hanno pietrificato l'opinione pubblica c'è il loro intervento: a partire dall'attentato alle Torri Gemelle per giustificare la guerra in Afghanistan (Come hanno fatto i terroristi a muoversi liberamente senza essere stati scoperti dalla CIA? Come mai i piani alti sapevano e sono stati evacuati in tempo? Perchè ci sono incongruenze nel video che "testimonia" l'accaduto? Dove sono i resti dei due aerei? Perchè non convincono le dinamiche del crollo?) all'improvvisa propagazione del virus Ebola (complotto per guadagnare di più attraverso nuovi vaccini ), dalla lotta all'ISIS (definito dalla Clinton figlio degli Stati Uniti, creato per combattere Assad e in un secondo momento sfuggito al loro controllo) fino agli attriti sempre più pericolosi con la Russia di Putin. Udo Ulfkotte è uscito fuori dal "Palazzo".
Udo Ulfkotte, il giornalista che "ha confessato".


1 commento:

Per approfondimenti...