Quantitative Easing

Nel 2001, Joseph Eugene Stiglitz, economista e scrittore statunitense, realizza una teoria che chiama "asimmetria informativa", grazie alla quale vince il premio Nobel per l'Economia.
In soldoni (mai termine fu più azzeccato), Egli spiega come, nell'attuale sistema economico/finanziario mondiale, viga una condizione in cui un'informazione non è condivisa integralmente fra gli individui facenti parte del processo economico, mettendo in evidenza come, una parte degli agenti interessati, avendo maggiori informazioni rispetto al resto dei partecipanti, possa trarre benefici a proprio vantaggio ed a discapito del resto della comunità.

Negli ultimi giorni, stiamo assistendo ad una serie di azioni nei paesi della "Zona Euro" quali l'abbandono della soglia minima di cambio in Svizzera, la vendita di bound a tasso negativo in Germania e la trasformazione di 18 Banche Popolari in SpA in Italia che, unite ad una politica di "allentamento monetario" ("Quantitative Easing"), potrebbe dare vita ad una nuova, immensa, bolla speculativa.

Il giochino è sempre lo stesso: si da lenza, si muove l'esca in modo che il pesce creda che sia ancora viva e, quando è il momento...


4 commenti:

Per approfondimenti...