The Spaghetti PsyOp?
(Nassiriya)

Post realizzato in collaborazione con Gianni Pesce
"Tutte le grandi cose, inizialmente, devono indossare maschere mostruose e terrificanti per potersi imprimere nel cuore dell'Umanità."
Friedrich Wilhelm Nietzsche


"PsyOp" (acronimo di "Psychological Operations" - Operazioni Psicologiche):
Tali operazioni consistono nell'uso metodico e scientifico di propaganda, persuasione e disinformazione, allo scopo di influenzare opinioni, emozioni, atteggiamenti e comportamenti che, nel lungo periodo, hanno ripercussioni sul conseguimento di obiettivi politici, economici, militari e sociali.
Con le seguenti immagini non si vuole mettere in dubbio l'attentato di Nassiriya del 12 Novembre 2003 ma si vuole porre l'attenzione sull'utilizzo, da parte del mainstream tutto, di pratiche volte alla creazione di schemi interpretativi ("frame") creati ad hoc per colmare il divario tra la visione del "problema" degli ideatori degli schemi ("claims-makers") e la visione del "problema" del pubblico che, essendo scosso e commosso, tende ad avere una percezione distorta di quella che è la realtà dei fatti.





Come si crea una (finta) notizia a tavolino:


1) si prende la foto di un'auto bomba in cui non si vedano buche



2) si prende la foto di una seconda auto bomba in cui, nuovamente, non si vedano buche



3) se si ha la possibilità, della seconda auto bomba, si mette anche la foto presa da un'altra angolazione in cui, ovviamente, continuino a non vedersi buche



4) si prende una ruspa e si scava una buca



5) si fotografa la buca fatta dalla ruspa e, nella didascalia, si scrive "il cratere lasciato dall'esplosione"



6) se avanza ancora del tempo e dello spazio, si pubblica anche la foto dei primi soccorsi, in cui "il cratere lasciato dall'esplosione" è, ovviamente, assente!!


"La Realtà in sé non esiste. Della Realtà esistono, però, narrazioni. Alcune narrazioni sono tecnicamente più pregevoli di altre, ma nessuna è comunque mai vera"... forse!!


2 commenti:

Per approfondimenti...