.

Medici confermano prima morte umana ufficialmente causata da OGM!!

Tutto ciò nei giorni in cui Il mais 1507, una varietà OGM sviluppata da DuPont e Dow, potrà fare il suo ingresso trionfale nell’Unione Europea grazie all’imminente approvazione da parte della Commissione Europea della nuova legge sugli OGM...

Differenziata: il grosso affare delle amministrazioni locali!!

Aumentare a dismisura la TARSU per mandare poi tutti i rifiuti in discarica...

L'Europa multa l'Italia per inquinamento da arsenico, mercurio e cadmio!!

Italia prima in Europa per emissioni di arsenico, cadmio, mercurio e perfino cianuro nell'acqua destinata alla potabilità...

Charlie Hebdo: uno dei killer era quasi cieco!!

Uno dei due cecchini era quasi orbo, al punto che le autorità francesi gli negarono la patente anche con l'ausilio degli occhiali. Non vedeva una mazza, ma ha dimostrato di essere un tiratore infallibile.

Scandalo Austria: anche le banche europee cominciano a saltare?

Abbiamo riflettuto a sufficienza sulle conseguenze della perdita della sovranità nazionale e della possibilità di emettere moneta?

Come direbbe Antonio Conte:
"Agghiacciante!!"

Alla ricerca di ulteriori testimonianze da inserire nel blog "911noplane.blogspot.it", mi sto imbattendo in post davvero agghiaccianti!!


Pensate se l'Autore di questa meravigliosa e patetica intervista sapesse che, nel 2005, sono volato a Barcellona portando con me l'intero kit: taglia unghie, togli cuticole e limetta...

La ''Teoria del Complotto'' feat. La ''Teoria dei Colori''
(Propaganda e Persuasione visive)

"E' chiaro che non è la ricchezza il bene da noi cercato: essa, infatti, ha valore solo in quanto 'utile', cioè in funzione di qualcos'altro."
Aristotele


Mentre i bisogni umani, come teorizzato dallo psicologo statunitense Abraham Maslow, sono relativamente pochi, i desideri, indotti dalla Società e dai suoi attori, sono molteplici.
I bisogni sono elementi non modificabili della natura umana, quindi non possono essere influenzati da azioni di marketing; i desideri, al contrario, sono continuamente influenzati dall'ambiente esterno all'individuo ed è qui che si deve "intervenire" attraverso azioni di propaganda e persuasione.

A differenza di ciò che la maggior parte delle persone crede, però, alcuni stimoli riconducibili a tecniche di propaganda e persuasione, si possono ottenere con particolari tecniche come il visual marketing o visual merchandising.
Usando il colore nella comunicazione visiva, esso ci aiuta in quello che chiameremo processo di avvicinamento agli oggetti, nel caso specifico utile per la vendita di un determinato oggetto. In poche parole, il colore esercita nella nostra mente effetti suggestivi e persuasivi; le risonanze cromatiche stimolano il nostro inconscio e preinconscio, per entrare in una forma di comunicazione forte e immediata [1].

Leggendo tra gli innumerevoli studi eseguiti in materia, si viene a scoprire, per esempio, che il colore blu e le sue tonalità, evocano un senso di sicurezza, affidabilità e serenità, motivo per il quale, sembrerebbe, in alcune città dove con l'illuminazione notturna è stata modificata con l'utilizzo di lampade di colore blu, sono calati sensibilmente furti e rapine [2]. E' interessante notare come il blu adottato da "Facebook", nonostante la scelta di quel colore sia avvenuta casualmente per un difetto cromatico della vista di Mark Zuckerberg, in realtà sia stato ripreso anche da altri social network come "Twitter" e "LinkedIn" poiché perfetto per la tipologia di sito web.

Anche il verde, a quanto pare, si profila tra i colori che ispirano calma, salute, freschezza e, anche se tutto ciò probabilmente deriva dal fatto che, istintivamente, la mente associa tale colore alla natura e all'ambiente naturale, questo blog lo utilizza per puro caso: il verde è il colore dei Dollari.

Giallo e arancione sono colori che si cominciano a spostare verso il pensiero del "caldo". Queste tonalità suscitano emozioni e sensazioni di vitalità ed allegria, cosa ben diversa dal rosso, che invece sembra destare sentimenti di irrequietezza ed ansia [1]. I "teorici del complotto" più "paranoici" e "fissati" (nonché Working Manager in tale settore), affermano che, molto probabilmente, è proprio per questo motivo che i loghi e gli arredamenti di molti fastfood famosi siano rossi: questo colore, di fatto, aumenta il battito cardiaco accelerando il metabolismo e lanciando al cervello l'impulso di mangiare di più e più velocemente, per poi scappare via.

Morpheus: "Tu credi nel destino, Neo?"
Neo: "No."
Morpheus: "Perché no?"
Neo: "Perché non mi piace l'idea di non poter gestire la mia vita."
Morpheus: "Capisco perfettamente ciò che intendi."

Note e fonti:
[1] Officina.Immagina
[2] www.focus.it

Il Corano e la (non) ''dottrina'' della Jihad

"Tutte le grandi cose, inizialmente, devono indossare maschere mostruose e terrificanti per potersi imprimere nel cuore dell'Umanità."
Friedrich Wilhelm Nietzsche


Se la duttilità delle Scritture appare, per certi versi, negativa, per altri versi può essere considerata positiva: quando i propri interessi contrastano con quelli di un altro gruppo, è possibile trovare nelle Scritture il beneplacito per l'ostilità; quando, invece, i propri interessi sembrino coincidere con quelli di un altro gruppo, si può trovare in Dio un invito alla tolleranza.

La parola jihad significa "sforzo" o "battaglia" ed indica una serie di concetti, dalla lotta violenta, come la guerra, alle lotte pacifiche, come le lotte interiori spirituali per operare il bene. Sulla scia dell'11 Settembre 2001, qualcuno ha sostenuto che il vero significato del termine fosse quello di lotta interiore; altri hanno affermato che jihad si riferisce, invece, alla lotta violenta contro gli infedeli.
Chi ha ragione? Non troverete la risposta nel Corano [1].
Benché la forma verbale di jihad - jahada - compaia spesso nel Corano, il sostantivo jihad in sé compare solo quattro volte, tipicamente nella frase "sforzo sulla via di Dio" [2]. E, a seconda di quale di questi quattro versetti si sceglie, si potrebbe interpretare la parola jihad tanto come lotta interiore per la conquista di una disciplina spirituale che come guerra: nel Corano non c'è una "dottrina" della jihad [3]!!
È stato nel corso dei decenni e dei secoli successivi alla morte di Maometto che i pensatori musulmani hanno trasformato il termine jihad in un concetto legale e da allora hanno continuato a discutere su quale sia il suo esatto significato.

I siti Internet di orientamento conservatore che si propongono di dimostrare la "verità sull'Islam" raccolgono una serie di versetti virulenti che sembrano avvalorare l'idea che il Corano fornisca una licenza di uccidere quasi illimitata.
Qualche anno dopo l'11 Settembre 2001, sul sito Internet freerepublic.com viene pubblicata una lista dei "111 versetti del Corano sulla jihad" [4], tuttavia, più da vicino si osserva il contesto di quei versetti, più limitata appare tale licenza.
II brano citato più di frequente è il quinto versetto della nona sura, da sempre noto ai musulmani come il "versetto della spada", citato da Osama bin Laden in un famoso comunicato emesso nel 1996 e, a una prima lettura, sembra dire che, se desse la caccia a tutti i non musulmani del pianeta, Osama bin Laden sarebbe giustificato [5]. Il versetto viene spesso tradotto in modo colloquiale - soprattutto nei siti di cui abbiamo appena parlato - come "uccidete gli infedeli ovunque li troviate". Questa traduzione, molto diffusa, è sbagliata. In realtà, il versetto non parla di "infedeli" ma, piuttosto, si riferisce a "coloro i quali uniscono altri dèi a Dio", cioè i politeisti. Quindi, a dispetto di Osama bin Laden, il "versetto della spada" non costituisce la base inequivocabile per attaccare cristiani ed ebrei [6].

E dopo il pretesto per poter attaccare l'Afghanistan ed il suo petrolio, ora servono altre "false flag operation" per realizzare progetti come il "Communications Data Bill", per esempio.

Note e Fonti:
[1] L'Evoluzione di Dio, di Robert Wright, Newton Compton Editori, 355-367
[2] Montgomery Watt (1974)
[3] I quattro brani sono: 9:24, 22:78, 25:52 e 60:1. In nessun caso il riferimento alla jihad è, di per sé, esplicitamente militaresco (si veda Bonner [2006], 22), ma in 9:24 il contesto appare di tipo militare. In 25:52, l'ordine è di lottare, o combattere, contro "i miscredenti", ma il contesto rendi improbabile un'interpretazione in senso militaresco. In 60:1, l'amicizia con gli infedeli vieni scoraggiata, ma non vi è allusione alla violenza. In 22:78, l'enfasi viene posta sul fatto di fungere da "testimoni" della verità di Dio; i musulmani vengono sollecitati a lottare "per Allah comi Egli ha diritto [che si lotti]"; dopodiché, Maometto ricorda loro che sono "quelli che si sono dati a Dio"; il brano culmina con questo ordine: "Assolvete all'orazione e versate la decima e aggrappatevi ad Allah". Bonner (2006) - si veda, per esempio, p 20 - afferma che la dottrina della jihad militare non si può basare in modo coerente sul Corano.
[4] www.freerepublic.com
[5] www.pbs.org
[6] Benché talvolta Maometto accusasse i cristiani e, di tanto in tanto, gli ebrei di avere tendenze politeistiche, nel Corano questo termine indica coloro i quali professano religioni non abramitiche.

La "Teoria del Complotto" - IL FORUM!!

Non so quando riuscirò ad attivarlo ma, da oggi, è disponibile anche il forum!!
La "Teoria del Complotto"

Per approfondimenti...