Natural Born Killers!!
Microsoft

Quarta "puntata" della "rubrica periodica" dedicata alle multinazionali, realizzata in collaborazione con "QUANTO E QUANT'ALTRO".


Il fondatore di "Microsoft", Bill Gates, è uno degli uomini più ricchi del Mondo: con i suoi 50 miliardi di dollari, possiede tanto denaro quanto ne hanno a disposizione in un anno tutti gli abitanti dei 40 Stati più poveri del mondo messi insieme. Ma evidentemente non basta.
"Microsoft" è vicina a detenere il monopolio di molti settori dell'industria informatica e cerca di consolidare ulteriormente questa posizione: ad esempio grazie ai brevetti software, per mezzo dei quali le aziende fanno valere il proprio diritto esclusivo sulle loro "invenzioni". Spesso però non si tratta del copyright su complessi programmi, bensì su cose più banali, come il doppio click del mouse [1]. Brevettando singole fasi della programmazione, l'azienda vuole scongiurare il rischio che i programmi open source arrivino a rappresentare dei seri concorrenti.
Per i suoi costanti tentativi di danneggiare i concorrenti, la "Microsoft" è stata persino condannata dall'UE al pagamento di una multa di 500 milioni di Euro [2]. Bill Gates e "Microsoft" sono anche accaniti sostenitori dell'accordo "TRIPS", che protegge la "proprietà intellettuale" in tutto il mondo [3], facendo sì che anche cose indispensabili come le medicine diventino inaccessibili ai più poveri a causa delle alte spese per i diritti di licenza [8].

Al tempo stesso Bill Gates è a capo di una fondazione che si ripromette di investire nella lotta a malattie come l'MDS e la malaria, e per questo è ritenuto da molti un benefattore. Di fatto, solo gli utili derivanti dagli investimenti della Fondazione vengono impiegati in progetti "di interesse pubblico", la cui effettiva utilità per il bene comune è, per altro, quantomeno discutibile [4]. Secondo quanto affermava il "Los Angeles Times", agli inizi del 2007, il capitale della "Bill and Melinda Gates Foundation" viene in parte investito nell'attività di grandi gruppi che aggravano i problemi che la fondazione vorrebbe risolvere, come ad esempio le aziende farmaceutiche "Abbot" e "Merck", che vendono farmaci anti Aids a prezzi proibitivi per i pazienti delle aree più povere del Mondo [5].

In Nigeria, la "Bill and Melinda Gates Foundation", ha stanziato 167 milioni di Euro per un programma di vaccinazione contro la poliomelite e il morbillo. Secondo le rivelazioni del 2007 del "Los Angeles Times", però, la stessa Fondazione aveva investito quasi il doppio in aziende che in Nigeria bruciano il petrolio liberando nell'aria sostanze tossiche che causano gravi danni all'ambiente e alle persone. Così, gli stessi bambini che, grazie alla "Bill and Melinda Gates Foundation", vengono vaccinati contro il morbillo, sono affetti, a causa della "Bill and Melinda Gates Foundation", da gravi malattie respiratorie [6].

Sempre nel 2007, vede la luce uno dei programmi "umanitari" fortemente voluto dalla "Banca Mondiale" (Organismo gestito dall'élite, al pari di "WTO" e "Fondo Monetario Internazionale") e largamente finanziato dal "Global Alliance for Vaccines and Immunisation" ("GAVI") e dall'immancabile "Bill and Melinda Gates Foundation" (ultimamente attiva anche nel combattere un'altra bufala del nostro secolo, quella dell'"Anthropogenic Global Warming", conosciuto anche col nome di "Effetto Serra") che, tramite la "Glaxo Wellcome Inc.", distribuiscono in tutto il continente africano il vaccino "Synflorix" per "combattere le malattie pneumococciche invasive".
Altrettanto interessante è sapere che, nel decennio che va dal 1997 al 2007, la "Glaxo Wellcome Inc." e la "Microsoft Corporation", hanno sottoscritto, con il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d'America, accordi per, rispettivamente, 75 Milioni di Dollari e 278 Milioni di Dollari [7].

Note e fonti:
[1] "Microsoft lässt Doppelklick patentieren", "Netzeitung.de", 7 giugno 2004
[2] "Bußgeld-Urteil: EU-Gericht lässt Microsoft mit Beschwerde abblitzen", "Spiegel online", 17 settembre 2007
[3] Si veda ad esempio http://www.dw-world.de
[4] "Unintended Vìctims of Gates Foundation Generosity", "Los Angeles Times", 16 dicembre 2007; "Gates-Stiftung hilft Medienkonzern", 21 agosto 2006
[5] "Dark cloud over good works of Gates Foundation", "Los Angeles Times", 7 gennaio 2007; "Todliches Copyright", "Telepolis", 5 Agosto 2007
[6] "Coverage of the Gates Foundation", www.latimes.com/news/la-na-gatesx7jano-sg,0,3151382.storygallery; "Unsaubere Geschafte der Gates-Stiftung: Kinder verseucht, aber gegen Masern geimpft", "Suddeutsche Zeitung", 10 Gennaio 2007
[7] "Neonati africani cavie di Us Army e Glaxo", di Antonio Mazzeo, scritto per "Tutto quello che sai è falso 3 - Terzo manuale dei segreti e delle bugie", a cura di Russ Kick, Nuovi Mondi, 146
[8] "I crimini delle multinazionali", di Klaus Werner e Hans Weiss, Newton Compton Editori, 281, 282

6 commenti:

  1. tratto da "Il libro che le multinazionali non ti farebbero mai leggere"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, dalla versione aggiornata "I crimini delle multinazionali", di Klaus Werner e Hans Weiss, Newton Compton Editori, 281, 282
      e anche dagli altri testi presenti nelle "Note e fonti".
      Ciaoo, Nyko

      Elimina

Per approfondimenti...