.

Medici confermano prima morte umana ufficialmente causata da OGM!!

Tutto ciò nei giorni in cui Il mais 1507, una varietà OGM sviluppata da DuPont e Dow, potrà fare il suo ingresso trionfale nell’Unione Europea grazie all’imminente approvazione da parte della Commissione Europea della nuova legge sugli OGM...

Differenziata: il grosso affare delle amministrazioni locali!!

Aumentare a dismisura la TARSU per mandare poi tutti i rifiuti in discarica...

L'Europa multa l'Italia per inquinamento da arsenico, mercurio e cadmio!!

Italia prima in Europa per emissioni di arsenico, cadmio, mercurio e perfino cianuro nell'acqua destinata alla potabilità...

Charlie Hebdo: uno dei killer era quasi cieco!!

Uno dei due cecchini era quasi orbo, al punto che le autorità francesi gli negarono la patente anche con l'ausilio degli occhiali. Non vedeva una mazza, ma ha dimostrato di essere un tiratore infallibile.

Scandalo Austria: anche le banche europee cominciano a saltare?

Abbiamo riflettuto a sufficienza sulle conseguenze della perdita della sovranità nazionale e della possibilità di emettere moneta?

Advertising Space
ComeNonPagare.com

Su suggerimento del "teorico del complotto" Antonino Fabio Ciaccio, segnalo il seguente link


Natural Born Killers!!
Microsoft

Quarta "puntata" della "rubrica periodica" dedicata alle multinazionali, realizzata in collaborazione con "QUANTO E QUANT'ALTRO".


Il fondatore di "Microsoft", Bill Gates, è uno degli uomini più ricchi del Mondo: con i suoi 50 miliardi di dollari, possiede tanto denaro quanto ne hanno a disposizione in un anno tutti gli abitanti dei 40 Stati più poveri del mondo messi insieme. Ma evidentemente non basta.
"Microsoft" è vicina a detenere il monopolio di molti settori dell'industria informatica e cerca di consolidare ulteriormente questa posizione: ad esempio grazie ai brevetti software, per mezzo dei quali le aziende fanno valere il proprio diritto esclusivo sulle loro "invenzioni". Spesso però non si tratta del copyright su complessi programmi, bensì su cose più banali, come il doppio click del mouse [1]. Brevettando singole fasi della programmazione, l'azienda vuole scongiurare il rischio che i programmi open source arrivino a rappresentare dei seri concorrenti.
Per i suoi costanti tentativi di danneggiare i concorrenti, la "Microsoft" è stata persino condannata dall'UE al pagamento di una multa di 500 milioni di Euro [2]. Bill Gates e "Microsoft" sono anche accaniti sostenitori dell'accordo "TRIPS", che protegge la "proprietà intellettuale" in tutto il mondo [3], facendo sì che anche cose indispensabili come le medicine diventino inaccessibili ai più poveri a causa delle alte spese per i diritti di licenza [8].

Al tempo stesso Bill Gates è a capo di una fondazione che si ripromette di investire nella lotta a malattie come l'MDS e la malaria, e per questo è ritenuto da molti un benefattore. Di fatto, solo gli utili derivanti dagli investimenti della Fondazione vengono impiegati in progetti "di interesse pubblico", la cui effettiva utilità per il bene comune è, per altro, quantomeno discutibile [4]. Secondo quanto affermava il "Los Angeles Times", agli inizi del 2007, il capitale della "Bill and Melinda Gates Foundation" viene in parte investito nell'attività di grandi gruppi che aggravano i problemi che la fondazione vorrebbe risolvere, come ad esempio le aziende farmaceutiche "Abbot" e "Merck", che vendono farmaci anti Aids a prezzi proibitivi per i pazienti delle aree più povere del Mondo [5].

In Nigeria, la "Bill and Melinda Gates Foundation", ha stanziato 167 milioni di Euro per un programma di vaccinazione contro la poliomelite e il morbillo. Secondo le rivelazioni del 2007 del "Los Angeles Times", però, la stessa Fondazione aveva investito quasi il doppio in aziende che in Nigeria bruciano il petrolio liberando nell'aria sostanze tossiche che causano gravi danni all'ambiente e alle persone. Così, gli stessi bambini che, grazie alla "Bill and Melinda Gates Foundation", vengono vaccinati contro il morbillo, sono affetti, a causa della "Bill and Melinda Gates Foundation", da gravi malattie respiratorie [6].

Sempre nel 2007, vede la luce uno dei programmi "umanitari" fortemente voluto dalla "Banca Mondiale" (Organismo gestito dall'élite, al pari di "WTO" e "Fondo Monetario Internazionale") e largamente finanziato dal "Global Alliance for Vaccines and Immunisation" ("GAVI") e dall'immancabile "Bill and Melinda Gates Foundation" (ultimamente attiva anche nel combattere un'altra bufala del nostro secolo, quella dell'"Anthropogenic Global Warming", conosciuto anche col nome di "Effetto Serra") che, tramite la "Glaxo Wellcome Inc.", distribuiscono in tutto il continente africano il vaccino "Synflorix" per "combattere le malattie pneumococciche invasive".
Altrettanto interessante è sapere che, nel decennio che va dal 1997 al 2007, la "Glaxo Wellcome Inc." e la "Microsoft Corporation", hanno sottoscritto, con il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d'America, accordi per, rispettivamente, 75 Milioni di Dollari e 278 Milioni di Dollari [7].

Note e fonti:
[1] "Microsoft lässt Doppelklick patentieren", "Netzeitung.de", 7 giugno 2004
[2] "Bußgeld-Urteil: EU-Gericht lässt Microsoft mit Beschwerde abblitzen", "Spiegel online", 17 settembre 2007
[3] Si veda ad esempio http://www.dw-world.de
[4] "Unintended Vìctims of Gates Foundation Generosity", "Los Angeles Times", 16 dicembre 2007; "Gates-Stiftung hilft Medienkonzern", 21 agosto 2006
[5] "Dark cloud over good works of Gates Foundation", "Los Angeles Times", 7 gennaio 2007; "Todliches Copyright", "Telepolis", 5 Agosto 2007
[6] "Coverage of the Gates Foundation", www.latimes.com/news/la-na-gatesx7jano-sg,0,3151382.storygallery; "Unsaubere Geschafte der Gates-Stiftung: Kinder verseucht, aber gegen Masern geimpft", "Suddeutsche Zeitung", 10 Gennaio 2007
[7] "Neonati africani cavie di Us Army e Glaxo", di Antonio Mazzeo, scritto per "Tutto quello che sai è falso 3 - Terzo manuale dei segreti e delle bugie", a cura di Russ Kick, Nuovi Mondi, 146
[8] "I crimini delle multinazionali", di Klaus Werner e Hans Weiss, Newton Compton Editori, 281, 282

Advertising Space
Nasce Democrating.org

Immagina di avere l'occasione di sapere la verità, il potere di dire quello che pensi, la forza di scatenare un movimento sociale.
Ne avresti il coraggio?

Da un'idea di Umberto Ciprì, nasce Democrating.org


Con l'avvento dei social network, il modo in cui viviamo le notizie è profondamente cambiato: siamo bombardati da ciò che non ci interessa e crediamo che dietro i nostri "Mi piace" ci siano delle rivoluzioni. Abbiamo bisogno di qualcosa che ci stimoli ad approfondire le nostre conoscenze, che ci dia il potere di dire quello che pensiamo e la forza di intervenire se necessario, affidandoci a chi ha fatto della comunicazione la sua arma più forte.
Democrating.org sarà il punto di riferimento per l'informazione libera e partecipativa.

Attentato di Boston

La "National Security Agency" avrebbe raccolto, secondo il "The Guardian", i tabulati di decine di milioni di abbonati della "Verizon", una delle principali Compagnie telefoniche americane.
Secondo quanto riportato dal "The Guardian", un'ordinanza giudiziaria emessa in data 25 Aprile 2013, a 10 giorni dall'attentato di Boston, e che sarebbe dovuta rimanere secretata fino al 2038, alla Compagnia telefonica è stato ordinato di consegnare per 3 mesi la lista giornaliera delle chiamate.
Secondo Fabio Ghioni, esperto di controspionaggio elettronico ed ex guida del "Tiger Team Telecom", si tratta della "scoperta dell'acqua calda. Dopo l'11 Settembre 2001, i servizi [segreti americani] possono farlo legalmente. Anche prima lo facevano, ma dovevano utilizzare alcuni escamotage. Per esempio, 'Echelon' funzionava così: le telefonate statunitensi erano intercettate dai servizi canadesi e i servizi Usa spiavano i canadesi. Ma erano tutti d'accordo." [1].

Per quanto riguarda l'attentato di Boston segnalo "L'attentato di Boston RIVELATO: La CIA e la Società segreta Skulls & Bones dietro tutto.".

Note e fonti:
[1] il quotidiano gratuito "Metro", Venerdì 7 Giugno 2013, 3

Natural Born Killers!!
(parte terza)

Terza "puntata" della "rubrica periodica" dedicata alle multinazionali, realizzata in collaborazione con "QUANTO E QUANT'ALTRO".


Il miliardario svizzero Stephan Ernest Schmidheiny è stato dichiarato colpevole di disastro ambientale e doloso.
La pena commissionata è di 18 anni di carcere e 89 milioni di Euro di provvisionale alle parti civili.
Lo svizzero è stato riconosciuto colpevole, ma il reato di "omissione di cautele", viene assorbito dal "disastro ambientale", escludendo alle persone offese Inail ed Inps.
Per la sola traduzione della sentenza nella lingua dell'imputato, ci vogliono 100 mila Euro; la procedura richiederà 2 Milioni di Euro che non sono più in carico all'Inail e, per questi motivi, c'è già chi, come Bruno Pesce, Presidente dell'associazione dei familiari, chiede che "lo Stato aiuti a dare piena attuazione alla sentenza" [1].

"Neanche il futuro è più quello di una volta."
Herman Josef Abs

La fine del Mondo così come lo conosciamo ha una data ben precisa.
Per una volta accantoniamo le "teorie" e le "Sacre Scritture"; nessuna Profezia Maya né teorie appartenenti ad ambigui movimenti New Age; niente Apocalisse o Armageddon; nessun 21 Dicembre 2012 o 19 Febbraio 2013 [3]; si parla di fine del Mondo scientificamente supportata.
Solo in Italia, nel 2025, i morti causati dal "mesotelioma pleurico", il più devastante tra i tumori, saranno centinaia e centinaia, per un conto macabro che porterà a trentamila i caduti complessivi dall'inizio del dramma, dal 1906.
Come detto non sono dati tirati ad indovinare dal solito, furente, ecologista di turno, ma stime scientifiche; il massacro che verrà è una certezza matematica.

I primi studi rilevanti la pericolosità dell'asbesto (o amianto) risalgono agli inizi degli anni Cinquanta, mentre quelli inerenti la cancerogenità delle polveri sono presentati dall'"Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro" nel 1976. La Marina inglese vieta la coibentazione a spruzzo già nel 1963, l'Austria bandisce l'amianto già nel 1970 e il resto del Mondo?
Nel 1972, venti anni dopo i primi studi sulla pericolosità dell'amianto, la famiglia Schmidheiny, di origine svizzera, acquista tutto il pacchetto di quote di proprietà dell'azienda belga appartenente al barone Jean Louis Marie Ghislain de Cartier de Marchienne, divenendo, di fatto, la proprietaria esclusiva dell'impasto a base di cemento e asbesto, passato alla storia come Eternit, che deve il suo nome alla multinazionale che ha gestito in Italia e nel resto del Mondo diversi stabilimenti che, per decenni, hanno realizzato ogni tipo di manufatti, dai ferri da stiro ai tetti, dai guanti da forno agli schermi cinematografici, dai filtri per pipe e sigarette mentolate ai phon per capelli, dalle carrozze ferroviarie agli assorbenti interni, dalle tubature ai tubi di scappamento, dai freni per auto alle canne fumarie, in un'espansione che, negli anni Settanta, è superiore persino a quella della plastica.

Sono in molti a sapere che il magnate svizzero Stephan Ernest Schmidheiny, l'imputato "numero uno" del processo voluto dalla "Associazione famigliari Vittime Amianto" ed apertosi presso il tribunale di Torino il 10 Dicembre 2009, è tra i fondatori della "Swatch" ed è, o è stato, membro dei consigli di amministrazione di colossi aziendali quali "Asea Brown Boveri", "Nestlé" ed "Ubs". Secondo la rivista "Forbes", nel 2008 il suo patrimonio era stimato in 3,7 miliardi di dollari.

In pochi, invece, sanno che Stephan Ernest Schmidheiny, dagli anni Novanta, promuove con la fondazione "Foundes" lo sviluppo di aziende ecosostenibili in Sudamerica; finanzia associazioni ambientaliste come "Avina", che si occupa di cooperazione ed assistenza sociale; scrive libri sullo sviluppo sostenibile; diventa consulente di Bill Clinton e parla all'Onu ed al Vaticano.

Infine, solo i "teorici del complotto", solo quelli "paranoici" o "fissati", sapranno che Stephan Ernest Schmidheiny, per i suoi "servigi" resi all'umanità intera, ha ricevuto svariati premi e persino lauree honoris causa, tra cui spicca quella prestigiosa assegnatagli dalla Yale University [4], struttura che ha visto nascere, tra le sue mura, la confraternita della "Skull and Bones", società i cui membri sono tenuti alla segretezza con un giuramento a vita e, secondo autorevoli riviste, tra cui l'inglese "The Economist" nel suo numero del 25 Dicembre 1992, rappresentano, assieme ai membri delle altre principali società segrete, la moderna risorgenza dell'antica setta degli "Illuminati di Baviera" [2].

Note e fonti:
[1] il quotidiano gratuito "Metro", Martedì 4 Giugno 2013, 2
[2] "La storia segreta e il Nuovo Ordine Mondiale", di Giuseppe Cosco, tratto da cosco-giuseppe.tripod.com
[3] "Tutto quello che sai è falso 3 - Terzo manuale dei segreti e delle bugie", "2012, paura e menzogne", di John Major Jenkins, 243
[4] "Così ci uccidono - Storie, affari e segreti dell'Italia dei veleni", di Emiliano Fittipaldi, RCS, 121-134

Natural Born Killers!!
(parte seconda)

Mr Burns: "Smithers, credi forse che la mia centrale nucleare abbia ucciso quelle anatre?"
Smithers: "Non esiste alcun forse, signore."
Mr Burns: "Eccellente!"
I Simpson

Seconda "puntata" della "rubrica periodica" dedicata alle multinazionali, realizzata in collaborazione con "QUANTO E QUANT'ALTRO".


"Conosci il passato, se vuoi prevedere il futuro."
Confucio


Dal 1820 al 1900, le leggi statali garantirono alle grandi compagnie commerciali i diritti di responsabilità limitata, esistenza continuativa, sede virtuale ed entità indefinita:
responsabilità limitata: gli investitori non rispondono legalmente delle azioni compiute dalla società;

esistenza continuativa: l'esistenza di una società non ha durata definita (sopravvive anche alla scomparsa dei suoi azionisti e dei dirigenti originari);

sede virtuale: una società può operare oltre i confini dello Stato dove risulta originariamente registrata;

entità indefinita: una società può modificarsi tramite annessione (acquisendo altre società), trasformazione strutturale (creando o vendendo divisioni) o semplicemente cambiando nome [1].
Principali capi di accusa imputati alla "Bayer" negli anni:
Importazione di materie prime da zone in guerra;
Finanziamento di ricerche farmaceutiche non etiche;
Ostacolo alla produzione e commercializzazione di farmaci vitali nei Paesi in via di sviluppo;
Manipolazione fraudolenta dei prezzi;
Commercializzazione di pesticidi pericolosi;
Sfruttamento del lavoro minorile presso i fornitori di materie prime;
Distribuzione di medicinali e fitofarmaci pericolosi;
Sfruttameno nei processi produttivi e di ricerca [2].
Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer.

Si riportano, di seguito, alcune tra le principali lobby industriali che influenzano in maniera determinante la politca dei Governi nazionali, della "UE" e delle istituzioni finanziarie internazionali come il "WTO" ("Organizzazione Mondiale del Commercio" - "OMC") ed il "Fondo Monetario Internazionale" ("FMI"), sono:
ACC - American Chamber of Commerce;

BRT - Business Round Table;

CEFIC - European Chemical Industry Council;

CEPS - Center for European Policy Studies;

EFPIA - European Federation of Pharmaceutical Industry Associations;

ERT - European Roundtable of Industrialists;

ESF - European Services Forum;

EUROPABIO - European Association for Bioindustries;

FEDESA - International Fedration for Animal Health (IFAH);

GBDE - Global Business Dialogue on Electronic Commerce;

ICC - International Chamber of Commerce;

IPC - Intellectual Property Commitee;

TABD - Transatlantic Business Dialogue;

UNICE - Union of Industrial and Employer's Confederations of Europe;

USCIB - Us Council on International Business;

USCSI - Us Coalition of Service Industries;

WBCSD - World Business Council for Sustainable Development;

WEF - World Economic Forum.
Note e fonti:
[1] "Gangs of America: The rise of corporate power and the disabling ofdemocracy", di Ted Nace, "Berrett-Koehler Publishers", 24-48; cit. di "La verità sulle multinazionali - come sono nate, come si sono affermate e come possiamo affrontarle", di Agent J, scritto per "Tutto quello che sai è falso 3 - Terzo manuale dei segreti e delle bugie", a cura di Russ Kick, Nuovi Mondi, 39
[2] "I crimini delle multinazionali", di Klaus Werner e Hans Weiss, Newton Compton Editori, 218

9/11 Gatekeepers!!

"[...] Tra i dubbi a cui non so rispondere,
Io sono convinto che già,
Le vere finzioni,
Le allucinazioni,
Son quelle di questa Realtà,
Tu prova, se non ci vuoi credere
E Capirai che ti converrà
Provare a non riconoscere niente

di quello in cui credi in realtà,

Marco Travaglio sull'11 Settembre 2001:
"Non frega niente a nessuno. Tanto non c'è la prova né che sia andata in un modo, né che sia andata nell'altro."
In cui credi in realtà,


Roberto Saviano sull'11 Settembre 2001:
"Il Patriot Act, che tra i suoi scopi ha quello di prevenire, individuare e perseguitare il riciclaggio internazionale di denaro e il finanziamento del terrorismo [...]. La politica antiterrorismo americana passa anche da qui."
In cui credi in realtà."
Massimo Mazzucco sull'11 Settembre 2001:
"Fortunatamente, non è necessario inoltrarsi nell'analisi tecnica dei filmati disponibili, in quanto la teoria no planes appare confutabile nel suo insieme."
Cesare Cremonini - "Walter ogni sabato è in trip"

Per approfondimenti...