ORA è ufficiale: gli OGM sono nocivi per la salute...

Ora?!

Ecco un tipico esempio di disinformazione
"Trova ora una conferma scientifica il timore del 71% degli italiani, che ritengono il cibo biotech meno salutare di quello tradizionale."
Sergio Marini
, Presidente di Coldiretti

FRANCIA
Studio choc in Francia sugli effetti del mais OGM, risultato estremamente tossico e persino mortale sui roditori.
La ricerca è frutto del lavoro dell'equipe di Gilles-Eric Sèralini, dell'Università di Caen, da anni in prima linea nella ricerca indipendente sugli effetti prodotti da OGM e pesticidi.
I dati, pubblicati dalla rivista "Food and Chemical Toxicology" ed anticipati dal "Nouvel Observateur", costituiscono la sintesi dell'ampio studio, avviato nel 2006 e realizzato quasi in clandestinità, in cui i ricercatori francesi hanno evidenziato, su 200 ratti, gli effetti del mais OGM "NK603". Gli animali, nutriti per due anni con questo specifico cereale, sono morti precocemente rispetto agli altri ed hanno sviluppato più tumori. In particolare nelle femmine, la mortalità è, in alcuni casi, triplicata.

Giuseppe Politi, Presidente della "Cia" ("Confederazione Italiana Agricoltori"), ha fatto esplicita richiesta al Governo di "intervenire in sede Ue per sospendere il rilascio delle autorizzazioni per la coltivazione e le importazioni del mais transgenico."

Back to the future...

Dozzine di noti scienziati di sette diversi Paesi, hanno unito le loro forze per costituire un gruppo di ricerca indipendente sugli OGM, presentato ufficialmente nel corso di un incontro pubblico tenutosi a Londra il 10 Maggio 2003, incontro a cui hanno partecipato l'allora Ministro britannico dell'Ambiente Michael Maecher ed altre 200 persone.
In occasione di questo incontro, è stato ufficialmente presentato un rapporto, "The Case for a GM-free Sustainable World" ("Per un Mondo sostenibile, libero da OGM"), con cui l'"ISP" (il gruppo di scienziati indipendenti) chiede di vietare le colture OGM.
Questo autorevole rapporto, presentato come "il più forte e il più completo dossier di prove sperimentali" mai compilato sui rischi e sui problemi connessi con le colture OGM, è stato reso pubblico il 15 Giugno del 2003.
Questo documento non si limita ad argomentare contro la presunta sicurezza degli OGM, fino ad oggi mai dimostrata ma sfida i fautori degli OGM a rispondere punto per punto alle obiezioni presentate.
Il documento integrale è visibile, oltre che sul sito dell'"ISP", anche su quello dell'"Institute of Science in Society, UK", su quello del "Third World Network" e su quello dell'"Institute for Food and Development Policy (Food First)".

Insomma, come si dice in questi casi, "meglio tardi che mai!!"

Per ulteriori approfondimenti sul perché siamo obbligati ad utilizzare e consumare, a volte a nostra insaputa e contro il nostro volere, organismi geneticamente modificati, e sul perché anche questa ricerca non cambierà minimamente la situazione attuale, si consiglia la lettura di "Si scrive WTO, si legge NWO (prima parte)" e "Si scrive WTO, si legge NWO (seconda parte)"... in attesa di leggere "Si scrive WTO, si legge NWO (terza parte)".

1 commento:

Per approfondimenti...