Arsenico nell'acqua, il Tar del Lazio condanna i Ministeri dell'Ambiente e della Salute

Ricordandovi che l'arsenico e' ''un semimetallo i cui composti trovano impiego come pesticidi, erbicidi ed insetticidi'', che l'acqua e' ''alla base di tutte le forme di vita conosciute, uomo compreso; ad essa e' dovuta anche la stessa origine della vita sul nostro pianeta'' e che, di conseguenza, un mix tra l'elemento ed il composto chimico e' altamente sconsigliato ma, soprattutto, ricordandovi che, tra i punti in agenda del ''Nuovo Ordine Mondiale'' ci sarebbe, secondi i ''Teorici del Complotto'' piu' ''paranoici'', la depopolazione del nostro pianeta (come auspicato dall'eugenista Aldous Huxley nella sua Opera ''Il Mondo Nuovo – Ritorno al Mondo Nuovo''), vi auguro una buona lettura.

ROMA - I ministeri dell'Ambiente e della Salute sono stati condannati dal Tar del Lazio a risarcire circa 2.000 utenti di varie regioni, tra cui Lazio, Toscana, Umbria, Lombardia e Trentino Alto Adige, che lamentano la presenza di arsenico nell'acqua.
Il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori), che aveva presentato ricorso, ha aggiunto che, nel prossimo esposto, che partira' tra poche settimane, saranno decine di migliaia gli utenti che si uniranno nell'azione collettiva di richiesta di risarcimento.

Ciaoo, Nyko

5 commenti:

Per approfondimenti...