Perché Teorici del Complotto

Riviste, libri, siti, blog, documentari e gran parte del materiale esistente sull'11 Settembre 2001, non vanno considerati come verità assoluta ma, al contrario, forniscono un incoraggiamento allo scetticismo. Affidatevi al vostro spirito critico. In un periodo in cui gli Stati Uniti dividono il Bene dal Male, noi vogliamo ricordare che la libertà non significa credere ad una versione semplicistica del mondo, bensì capire, estendere le possibilità e moltiplicare le sfumature [1].

La versione ufficiale, infatti, individua il movente nel fanatismo criminale del fondamentalismo islamico, il quale avrebbe intenzione di distruggere il mondo occidentale per appagare deliranti dogmi di fede. La versione censurata dai mass-media invece, come movente degli attentati, chiama in causa gli enormi interessi economici dei monopoli energetici (il petrolio irakeno ad esempio, costituisce la seconda fonte di approvvigionamento mondiale per quantità e la prima per qualità, in quanto non richiede alcun sofisticato processo di raffinazione) e l'instaurazione di un "Nuovo Ordine Mondiale" politico, in cui sono state enormemente limitate le libertà dei cittadini per conferire viceversa, un immenso potere di controllo e di coercizione alle amministrazioni governative dei paesi occidentali.

Il 26 Ottobre 2001, il governo USA, presieduto da Bush, ha approvato un provvedimento che calpesta di fatto tutti i principi base del diritto internazionale e della libertà individuale. Lo "USA Patriot Act" (Uniting and Strengthening America by Providing Appropriate Tools Required to Intercept and Obstruct Terrorism Act), infatti, non solo ha introdotto il concetto criminale di "guerra preventiva" contro le altre nazioni in barba a qualsiasi rispetto democratico della sovranità nazionale, ma ha anche ristretto drammaticamente la privacy e le libertà individuali del cittadino. Uno stato di cose, che lo stesso Bush ha definito nei suoi discorsi "permanente", irreversibile, a causa di una presunta infinita lotta al terrorismo islamico [2]. E' precisamente la guerra senza fine che George Orwell descrive nel suo "1984" [3], se vogliamo, l'esatto opposto del "Progetto filosofico per la pace perpetua" teorizzato da Immanuel Kant [4] e che giustifica il sistema totalitario vigente, con le sue penurie e il suo terrore [5]. La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale. E proprio una crisi permanente noi dobbiamo attenderci in questo mondo, dove il continuo terrore di attentati provoca uno stato di cose tali per cui la "dittatura" governatva diviene auspicabile [6].

Insomma, è un dato di fatto che il terrorismo, vero o presunto che sia, "fa bene" ai regimi dispotici e autoritari che possono così "legittimare" davanti al popolo, gravi giri di vite intorno alle libertà del cittadino e al contempo l'espansione via via incontrollabile del proprio potere.
La legge in questione ha fornito all'amministrazione un complesso e completo quadro normativo in grado di sostenere i suoi piani di militarizzazione, garantendo ampio spazio di manovra a dispetto delle tanto sbandierate "libertà civili" esistenti nel paese "più democratico" del mondo.

Il "Patriot Act", pur se nato come "corpus iuris" di emergenza, è in realtà destinato a rimanere legge ordinaria per il popolo. Senza la tesi ufficiale sul terrorismo, tali norme sarebbero subito apparse per ciò che sono, un colpo di stato contro la democrazia [7].
Il "lavaggio dei cervelli", come si pratica oggi, è una tecnica ibrida che trae la sua efficacia in parte dall'uso sistematico della violenza ed in parte dall'accorta manipolazione psicologica realizzata dai principali media. Basta spaventare la gente con un nemico invisibile, aizzarne l'odio e le paura; basta una stampa servile che tace la verità perché non fa comodo ai padroni; basta poco e gli oppositori al sistema saranno ridotti al silenzio ed additati come "anti-americani", "anti-semiti", "teorici del complotto"... [8].

Note e fonti:
[1] "L'Incredibile Menzogna - Nessun Aereo è Caduto sul Pentagono", di Thierry Meyssan, Fandango Libri, 10
[2] "Tratto da www.altrainformazione.it
[3] "1984", di George Orwell, Mondadori
[4] "Per la pace perpetua", di Immanuel Kant, Feltrinelli
[5] Tratto da "E' proprio il Quarto Reich", di Maurizio Blondet, 11 Settembre - Immagini Eloquenti, tratto da www.effedieffe.com
[6] "Il Mondo Nuovo – Ritorno al Mondo Nuovo", di Aldous Huxley, 244
[7] Tratto da www.altrainformazione.it
[8] Tratto da "E' proprio il Quarto Reich", di Maurizio Blondet, 11 Settembre - Immagini Eloquenti, tratto da www.effedieffe.com


1 commento:

Per approfondimenti...